Caso Fifa. Ritorna la “guerra fredda” tra Russia e Usa

Putin e BlatterNella vicenda della bufera che si è scatenata sulla Fifa dopo gli arresti di sette dirigenti, tra cui due vice di Blatter, con l’accusa, tra l’altro, di corruzione, tangenti e riciclaggio di denaro, entra in scena Vladimir Putin.
“L’indagine americana sui dirigenti della Fifa è l’ultimo evidente tentativo da parte degli Usa di estendere la propria giurisdizione su altri Paesi”: ha detto il leader del Cremino, aggiungendo che gli Usa non hanno nulla a che fare con le vicende della Fifa e che i dirigenti del massimo organismo calcistico arrestati non sono cittadini americani.
La Russia sta organizzando i prossimi Mondiali di calcio del 2018. “Questi arresti – ha aggiunto Putin -, sembrano quantomeno molto strani, perché sono stati effettuati su richiesta della parte americana. Si può presumere che qualcuno di loro abbia fatto qualche violazione, io non lo so, ma è ovvio che gli Usa non hanno nulla a che fare con questo”.
“I dirigenti Fifa arrestati – ancora Putin -, ‘sono funzionari internazionali, non sono cittadini americani. Se qualche cosa è avvenuto, ha avuto luogo non sul territorio degli Usa’”.Arresti Fifa
Il presidente russo ha inoltre criticato il procuratore americano per aver già accusato i membri del comitato esecutivo della Fifa ”di aver commesso un reato, come se non sapesse che esiste la presunzione di innocenza. Se una persona è colpevole o meno, bisogna provarlo in aula. Solo dopo si può dirlo, sempre ammesso che gli Usa abbiano qualche diritto all’estradizione di queste persone’”. Lo scandalo legato agli arresti di dirigenti Fifa non riguarda la Russia: ha detto ancora Putin. Rispondendo ad una domanda dei giornalisti su come tale scandalo possa riflettersi sui Mondiali di calcio del 2018 ospitati dalla Russia, il presidente ha risposto: “Non lo so. Questo non ci riguarda”.

 

Mosca è contro il rinvio del voto, e sostiene Blatter

L’Unione calcistica russa non condivide l’iniziativa dell’Uefa di rinviare le elezioni del presidente della Fifa e sosterrà la candidatura di Blatter. Lo ha annunciato alla Tass Nikolai Tolstikh, presidente della stessa Unione.

 

(mbocchio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *